Posted by : Marianna Basileo settembre 13, 2013

Ho avuto un attacco di nostalgia. Avete presente quelli durante i quali ci si ritrova a sfogliare tutti gli album di foto della propria infanzia sospirando "che bei tempi!"? 

Ecco, uno di quelli.

In brevissimo tempo sono passata dallo sfogliare album al rileggere stralci dei miei primi libri: fiabe, fumetti e classici per ragazzi. Quanti ricordi tutti insieme... un'indigestione da ricordi.
I primi anni delle elementari furono anni di fiabe e fumetti.
Divoravo "Topolini" e "Minnie" ovunque. Ero così orgogliosa dei miei fumetti che li sbandieravo in giro raccontando di quanto fossero belli e, molte volte, finivo anche per farmeli "rubare". Eh sì, il mercato nero del fumetto iniziava in tenera età.

Le fiabe, poi, erano il mio incontro serale con la fantasia. Avevo due libroni, uno rosa e uno celeste, che leggevo alla mia mamma. Sì, io leggevo alla mamma e mi sentivo importante. 

Le mie fiabe preferite erano Pelle d'Asino e La piccola fiammiferaia: due donne forti e coraggiose in modi completamente diversi.

Sono fiabe che stimolano la riflessione a tal punto che mi sentirei di consigliarle a tutti gli adulti.

Accantonati nella libreria ho trovato anche i miei primi classici per ragazzi. Li avevo ricevuti in regalo dalla mia zia materna che allora, lavorava in una libreria. Uno scatolone di libri. Che emozione!

Il primo che lessi fu Il richiamo della foresta di Jack London seguito a ruota da Pattini d'argento di Mary Mapes Dodge e dal Giornalino di Gian Burrasca di Vamba. 
Bellissimi. Li ho adorati e li ho anche riletti. 
Avevo ricevuto in regalo anche Piccole donne crescono di Louisa May Alcott ma non avendo letto Piccole donne tentavo sempre di rimandarne la lettura. Alla fine lo lessi senza aver letto il precedente: posso dire di non aver mai letto "Piccole donne" ma di sapere come continua!

Avrei ancora tanti libri legati alla mia infanzia da citare ma dedicherò loro molti altri post.

Intanto, se vi va, raccontatemi della vostra infanzia libresca. 
Eravate anche voi dei bambini-lettori? Quali sono i libri della vostra infanzia che ricordate con affetto?

{ 6 commenti... read them below or Comment }

  1. grandissima lettrice anche da bambina!! :D
    della mia infanzia ricordo un libro che mi è rimasto davvero impresso, "Le streghe" di Roald Dahl.
    Un altro libro che ricordo con molto piacere è "La torta in cielo" di Gianni Rodari... l'ho adorato *__* ahahahah
    Poi avevo letto pure una serie riguardante sempre il mondo delle streghe, ma non riesco proprio a ricordare il titolo :/ neanche l'avevo finita perchè ci mettevano troppo a far uscire il seguito... come me ne pento!
    Devo rispolverare un pò tra i miei libri da bimba :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso che mi ci fai pensare, anche io stavo leggendo una saga di maghi e streghe di cui, poi, ho perso le tracce! -.-
      ps ho cercato Roald Dahl su internet perché avevo l'impressione di aver letto qualcosa di questo autore ma forse mi sbagliavo. Intanto ho trovato il suo sito web www.ronalddahl.com :) Uno spettacolo! Fa venir voglia di tornare bambini subito *.*

      Elimina
  2. viva le saghe incomplete allora!!
    Ho ritrovato i libriii!! sono di Cate Tiernan, il primo della saga si chiama "Stirpe di strega"! voglio informarmi se l'hanno finito, giusto per curiosità ahahah
    che bello il sitoo *___*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^.^ Ho trovato anche io la mia saga: il Ciclo del Giglio Nero.
      La mia però era già stata completata quando iniziai a leggerla. Ho letto solo il 4 volume dell'intero Ciclo ... certo che doveva piacermi particolarmente iniziare le storie nel mezzo -.- ;)

      Elimina
  3. Io come te divoravo libri, ricordo Pattini d'argento, Piccole donne, Piccole donne crescono, oltre a Jolanda, la figlia del Corsaro Nero e Pollyanna... ora però non se li fila più nessuno. Le mie piccole leggono Geronimo Stilton o Piccoli Brividi, i classici li evitano come la peste (copertine poco accattivanti?) :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io lessi "Jolanda, la figlia del Corsaro Nero" e mi piacque così tanto che poi divorai anche "Le due tigri" sempre di Salgari! Avevo trovato, nella libreria di casa, delle edizioni economiche della Newton a 3000 lire ;) Purtroppo le copertine dei classici non sono mai molto attraenti proprio perché hanno quella aria un po'storica che sembra poco attuale. Forse un ragazzino direbbe che sono troppo "out" ;) Io trovo carine quelle della collana Classici Junior dell'editore Joybook che mi sembrano pensate proprio per un pubblico molto giovane. Per i più grandi, invece, la Giunti ha proposto dei classici con una grafica molto particolare, un po' da telefilm. Non sono proprio il mio genere però io non faccio testo: non ho l'età :p

      Elimina

- Copyright © Booksfollia - Hatsune Miku - Powered by Blogger - Designed by Johanes Djogan -