Posted by : Marianna Basileo aprile 06, 2014


    No, non era felice. Non era felice. Si ripeté le parole mentalmente. Riconobbe che questa era veramente la situazione. Egli portava la sua felicità come una maschera e quella ragazza se n'era andata per il prato con la maschera e non c'era modo di andare a battere alla sua porta per riaverla. (p. 13);

    Più sport per ognuno, spirito di gruppo, divertimento, svago, distrazioni, e tu così non pensi, no? Organizzare, riorganizzare, superorganizzare super-super-sport! Più vignette umoristiche, più fumetti nei libri! Più illustrazioni, ovunque! La gente assimila sempre meno. Tutti sono sempre più impazienti, più agitati e irrequieti. Le autostrade e le altre strade d'ogni genere sono affollate di gente che va un po' da per tutto, ovunque, ed è come se non andasse in nessun posto. I profughi della benzina, gli erranti del motore a scoppio. (p. 67);

    Se non vuoi un uomo infelice per motivi politici, non presentargli mai i due aspetti di un problema, o lo tormenterai; dagliene uno solo; meglio ancora, non proporgliene nessuno. Fa' che dimentichi che esiste una cosa come la guerra. [...] Offri al popolo gare che si possano vincere ricordando le parole di canzoni molto popolari, o il nome delle capitali [...] imbottiscili di "fatti" al punto che non si possano più muovere tanto son pieni, ma sicuri d'essere "veramente bene informati". Dopo di che avranno la certezza di pensare, la sensazione del movimento, quando in realtà sono fermi come un macigno. E saranno felici, perché fatti di questo genere sono sempre gli stessi. Non dar loro niente di scivoloso e ambiguo come la filosofia o la sociologia. (p.67);

    Capite ora perché i libri sono così odiati e temuti? Perché rivelano i pori sulla faccia della vita. (p.92);

    Il televisore è "reale", è immediato, ha dimensioni. Vi dice lui quello che dovete pensare, e ve lo dice con la voce di tuono. Deve aver ragione, vi dite: sembra talmente che l'abbia! Vi spinge con tanta rapidità e con tanta irruenza alle sue conclusioni che la vostra mente non ha tempo di protestare, di dirsi "Quante sciocchezze!". (p.93);

    Scopo dei libri è di ricordarci quanto siamo somari, dissennati. Sono i pretoriani di Cesare, i quali mormorano, mentre il corteo trionfale passa rombando: "Ricordati, Cesare, che anche tu sei mortale" (p. 95);

    Perché volervi avvelenare le ultime ore, saltellando nella vostra gabbietta e negando di essere uno scoiattolo? (p.97);

    Chi non crea non può fare a meno di distruggere. È una cosa antica come la storia e la delinquenza minorile. (p. 99);

    Beatty appartiene al nemico più pericoloso della verità e della libertà, la bovina mandria compatta e inerte della maggioranza. A buon Dio, la terribile tirannide della maggioranza! (p.120);

    Ho sentito dire che ci sono accampamenti di vagabondi per tutta la nazione [...] sembra che ci siano moltissimi ex laureati dell'Università di Harvard lungo i binari della vecchia ferrovia per Los Angeles;
    In maggior parte sono ricercati dalla polizia di varie città. Credo che siano dei superstiti. (p. 145);

    Non chiedere garanzie, non chiedere sicurezza economica, un siffatto animale non è mai esistito; e se ci fosse, sarebbe imparentato col pesante bradipo che se ne sta attaccato alla rovescia al ramo di un albero per tutto il santo giorno, ogni giorno, passando la sua vita a dormire. (p.172);

    Conosciamo bene tutte le innumerevoli assurdità commesse in migliaia di anni e finché sapremo di averle commesse e ci sforzeremo di saperlo, un giorno o l'altro la smetteremo di accendere i nostri fetenti roghi funebri e di saltarci sopra. (p.178).

{ 1 commenti... read them below or add one }

- Copyright © Booksfollia - Hatsune Miku - Powered by Blogger - Designed by Johanes Djogan -